giovedì 15 gennaio 2009

Walter Veltroni, ovvero il critico dove non serve

Gaza brucia, la maggioranza parlamentare non sa se complicare ulteriormente prima l'economia o la giustizia con la consueta arroganza, il denaro costa sempre meno, la scuola va a puttane (in senso figurato ma non solo), il Vaticano ha titoloni ovunque perchè dice la sua su ogni puzzetta del paese (spesso sostituendosi persino all'opposizione), l'Italia plebea si dissangua per coprire i debiti di Alitalia a beneficio dei soliti amici degli amici, gli immigrati sono trattati come limoni da spremere, la disoccupazione aumenta con rapidità drammatica... e Veltroni cosa fa?

Approfitterà di ogni succosa occasione per tuonare contro una politica iniqua e antidemocratica, direte voi. Farà barricate, direte voi. Si incatenerà ai cancelli di Montecitorio per avere la rilevanza mediatica che gli spetta, direte voi.

Sbagliato.

Per la serie "Berlusconi può dormire sonni tranquilli, che se casca è per gli amici, non per i nemici", Walter attacca le trasmissioni tv che regalano soldi. Usando anche pensieri condivisibili, per carità, ma siamo certi che sia questo il periodo storico in cui si possa perdere tempo con queste minutaglie?

Del resto, dal leader dell'opposizione che riesce a trascorre parte del suo tempo per scrivere fatuità ridicole sul mensile Ciak Si Gira, di proprietà del Leader della maggioranza (nella sua rubrica I Luoghi Dell'Anima questo mese disserta su Febbre Da Cavallo e L'Allenatore Nel Pallone, mica cotica!), come potersi aspettare qualcosa di diverso?

5 commenti:

Anna ha detto...

Arrivo dopo aver letto i due post precedenti. Vedo che col segno del cancro sono in ottima compagnia: due criminali quali Bush e Bin Laden, un lecca come Emilio Fede, la moglie dell'innominabile e non mi ricordo più, ma mi bastano. :-)
Sono entusiasta del gruppo di facebook, lo cercherò ed aderirò. Come non potrei?
Su Uolter mi limito a dire che ruberò l'immagine e la piazzerò nella mia sidebar. Davvero sul nulla c'è poco da dire. Tu sei stato bravissimo.

cristiana ha detto...

Da te s'impara sempre qualche cosa.
Per esempio che Walter deve avere un ego immenso se si abbassa a scrivere sulla rivista dello psiconano,di due capolavori del genere.
Ma il tempo che spreca,glielo paghiamo noi?
Cristiana

donnigio ha detto...

I due film in questione sono dei "CULT", sia chiaro!!! ;-))))

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Altro che il politico lui vuole fare lo scrittore ed il giornalista di cinema cul-turale... Beh; potrebbe anche farlo non credo che molti lo rimpiangerebbero come poltitico.

Ciao!
Daniele

maicher ha detto...

fendi bag
fendi hand bag
fendi spy bag
fendi bags
dolce gabbana