domenica 7 marzo 2010

Piccoli xenofobi crescono


Quando si leggono certe notizie non si sa se reagire ridendo, piangendo o decidendo di cambiare direttamente paese. O continente. La destra xenofoba fa proseliti anche in Olanda. Non mi sembra una gran notizia. Ormai siamo abituati all'idea che di stronzi è pieno il globo terracqueo e non vedo perchè l'Olanda debba fare eccezione.

La vera notizia, invece, è che il presidente della Repubblica Italiana, tale Giorgio Napolitano, se ne preoccupi. Vabbè, c'è da considerare che Napolitano era a Bruxelles, in un contesto internazionale, gli avranno fatto una domanda e non è che potesse smarcarsi fingendo sufficienza.

Ma se davvero il buon Giorgio è preoccupato per queste faccende, perchè non ha partecipato al No Razzismo Day di ieri? Perchè non l'ha patrocinato? E perchè non organizza un viaggio ufficiale presso il Parlamento di Mantova e non comincia a dispensare qualche sana rampogna? Sapete, da un Presidente ci si aspetta sempre qualcosa in più delle solite chiacchiere di prammatica.
(7/3/2010)

3 commenti:

Marisa ha detto...

secondo me il presidente ha raggiunto una età in cui le cose hanno una consistenza diversa a seconda di come vengono esposti i fatti e così concede un po' qui e un po' là per paura che non gli cantino più la ninna nanna di sera.
Oramai il quadro è completo tra i lupi mannari al governo e il riconcoglionito a capo dello stato.
Per quanto riguarda gli xenofobi, secondo me questa è la stupidità dei fannulloni che cerca spazio nella società e si manifesta in questo modo, mi chiedo se non è competenza di Brunetta oltretutto lui dovrebbe temere in prima persona perchè è un nano alieno e non è molto rappresentativo della bastarda razza italica.

magocamillo ha detto...

Mia madre era di Mantova, quindi ho molti parenti che abitano in Lombardia.
Ebbene, mio cugino mi dice sempre che vivere da quelle parti è diventato un vero incubo.
Non aggiungo altro per amor di patria (volutamente minuscola).

NoirPink - modello PANDEMONIUM ha detto...

Beh, il presidente è sempre meglio che si astenga da manifestazioni. Quel che avrebbe potuto fare, invece, era non firmare alcune leggi fortemente razziste (v. reato di clandestinità).